Sondaggio sul rapporto dei cittadini europei con l'ambiente

Creato il: 30-06-2020

La Commissione Europea ha pubblicato di recente i risultati di un sondaggio Eurobarometro sul rapporto del cittadino europeo con l’ambiente dal titolo “Attitudes of European citizens towards the Environment”.

I sondaggi Eurobarometro vengono condotti periodicamente per conto della Commissione per cogliere le percezioni e le attese dei cittadini UE in merito alle sue attività.

Quest’ultimo sondaggio, che aggiorna il precedente del 2017, è stato condotto dalla società di ricerche di mercato Kantar tra il 6 e il 19 dicembre 2019 su un totale di 27.500 appartenenti a diversi gruppi sociali di diversi Stati membri dell'UE.

I risultati dell'indagine, pubblicata nel marzo 2020, indicano che il 94% dei cittadini dell'UE ritiene che la protezione dell'ambiente sia molto importante e che i governi nazionali, l’UE, l’industria e tutte le parti interessate, dovrebbero impegnarsi maggiormente a sostegno dell’ambiente.

In particolare, l'88% degli intervistati ha dichiarato di essere preoccupato per l'impatto ambientale delle microplastiche, l'89% per l'impatto dei prodotti di plastica sull'ambiente, l'85% per l'impatto sulla salute delle sostanze chimiche nei prodotti di uso quotidiano e il 90% per l'impatto di tali sostanze sull'ambiente.

Agli intervistati è stato anche chiesto quali comportamenti individuali sono stati adottati a tutela dell’ambiente: il 66% degli intervistati ha indicato di separare i rifiuti, il 45% evita di acquistare articoli in plastica monouso (diversi dai sacchetti di plastica) o acquista prodotti di plastica riutilizzabili, il 42% ha riferito di acquistare prodotti a km 0, il 37% degli intervistati intende ridurre i consumi energetici e il 22% degli intervistati ha recentemente acquistato prodotti contrassegnati con etichette ambientali.

L'indagine ha inoltre incluso domande specifiche riguardanti l'industria dell'abbigliamento. I risultati indicano che i cittadini dell'UE sono molto preoccupati per le questioni ambientali e le condizioni di lavoro nel settore della produzione di abbigliamento. In particolare, circa il 92% degli intervistati concorda sul fatto che i proprietari di marchi dovrebbero garantire buone condizioni di lavoro sia all'interno che all'esterno dell'UE, l'86% che l'etichettatura dei capi di abbigliamento dovrebbe fornire informazioni sul loro impatto ambientale e sulle condizioni di lavoro e l'82% che non ci sono abbastanza informazioni disponibili su tali tematiche.

Per quanto riguarda l'etichettatura, gli intervistati concordano sul fatto che molti prodotti includono tale etichettatura, ma l'81% indica che non sempre le informazioni sono accurate e l'87% degli intervistati vorrebbe vedere regole più rigorose sul calcolo dell'impatto ambientale e delle dichiarazioni ambientali presentate dalle aziende. Tuttavia, il 49% degli intervistati non vuole che ciò influisca negativamente sui prezzi e concorda sul fatto che gli articoli di abbigliamento dovrebbero essere disponibili al prezzo più basso possibile, indipendentemente dall'ambiente o dalle condizioni di lavoro in cui sono stati realizzati. D'altra parte, il 47% non è d'accordo sul fatto che l'abbigliamento debba essere offerto al prezzo più basso possibile. Infine, l'88% degli intervistati ritiene che gli indumenti debbano essere realizzati per durare più a lungo, mentre il 77% degli intervistati concorda sul fatto che gli indumenti debbano essere realizzati con materiali riciclabili.

Il sondaggio è scaricabile al seguente link: https://ec.europa.eu/commfrontoffice/publicopinion/index.cfm/survey/getSurveydetail/instruments/special/surveyky/2257

TexClubTec

 

Via A. Riva Villasanta, 3
20145 Milano
tel. +39 02 64119307
fax. +39 02 6438689
Email: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

facebook2 twitter3 linkedin3

Accedi al sito

Inserisci le tue credenziali per accedere al sito:

Associati:

Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Acconsenta ai nostri cookie se continua ad utilizzare il nostro sito web