L'UE limita l’utilizzo di PFOA nei prodotti tessili

Creato il: 30-06-2017

Il PFOA è stata identificata come sostanza persistente, bioaccumulativa e tossica (PBT) nel quadro della legislazione comunitaria in materia di sostanze chimiche (Regolamento REACH) ed è stata inclusa nell'elenco REACH di sostanze “estremamente preoccupanti” (SVHC) dal 2013.

Come anticipato nella ns. comunicazione del 10 ottobre 2016, la Commissione europea ha messo a punto un regolamento, n. 2017/1000, che è stato pubblicato all'interno della GUCE del 14 giugno 2017, che aggiunge il PFOA all’allegato XVII del Regolamento Reach.

E' stato previsto che il PFOA (n. CAS 335-67-1) non venga utilizzato in articoli prodotti o immessi sul mercato dl 4 luglio 2020, in concentrazione uguale o superiore a 25 ppb di PFOA e suoi sali o 1000 ppb di una singola o miscela di sostanze correlate al PFOA. A fronte di tali disposizioni si prevede a) una entrata in vigore a 6 anni – 4 luglio 2013 - per tessili per la protezione nell'ambito del lavoro che presentino un trattamento idrorepellente durevole nel tempo (DWR) e membrane per uso tessuti medicali, filtrazione acque, nanorivestimenti al plasma; b) una entrata in vigore a 15 anni (4 luglio 2032) per dispositivi medici diversi da quelli impiantabili.

Al punto 4. dell’allegato, sono elencate una serie di eccezioni.

Il testo del regolamento è visibile in allegato.

Scarica l'allegato

Login to post comments

TexClubTec

 

Viale Sarca, 223
20126 Milano
tel. +39 02 66118098
fax. +39 02 6438689
Email: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

facebook2 twitter3 linkedin3

Accedi al sito

Inserisci le tue credenziali per accedere al sito:

Associati: